Excite

Facebook: crash in tutto il mondo, dagli Stati Uniti all'Italia

  • Getty Images

In Italia non ha avuto eccessive ripercussioni perché è accaduto di notte, ma il crash di Facebook ha mandato in tilt gli utenti di tutto il mondo.

Nella notte italiana il social network è andato fuori uso per circa un paio d'ore e gli utenti, dagli Stati Uniti, al Canada passando per la Nuova Zelanda e l'Europa, si sono riversati su Twitter raccontando del disservizio e di non riuscire ad effettuare il login o a connettersi al sito.

Molti hanno spiegato che hanno visto apparire la frase: "Sorry, something went wrong. We're working on getting this fixed as soon as we can", (“Ci scusiamo per il disservizio momentaneo, stiamo facendo di tutto per ripristinarlo il prima possibile”).

Da Facebook hanno immediatamente chiarito che si è trattato di “un problema interno”, allontanando le ipotesi attacco hacker o Anonymous. Sul web però si sono scatenati i commenti ironici come gli utenti brasiliani che hanno ipotizzato che la presidente Dilma Rousseff avesse bloccato il social network per mettere a tacere le proteste contro l'aumento dei prezzi dei trasporti pubblici.

L'ultimo grande crash di Fb risaliva al settembre 2010, quando rimase fuori uso per oltre due ore e mezzo.

Nel frattempo proprio ieri Facebook ha annunciato il traguardo di un milione di inserzionisti attivi, che hanno, cioè, pubblicato almeno un annuncio negli ultimi 28 giorni. Il social network ha reso noto che sono state raggiunte anche 1,2 miliardi di connessioni tra persone e imprese locali in Europa.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017