Excite

Facebook contro il film The Social Network

Non sarebbero stati contenti di quanto portato sul grande schermo da The Social Network i fondatori di Facebook che, stando a quel che scrive il New York Times, si sarebbero lamentati sostenendo che la storia è troppo fantasiosa.

A parlare è stato soprattutto Chris Hughes secondo cui 'è come se si vuole fare intendere che Mark Zuckerberg abbia creato Facebook per avere più ragazze o per raggiungere il potere. Non è certamente questo ciò che è successo. E’ stato molto più noioso e quotidiano di così'.

L'accusa è chiaramente contro il lato pruriginoso della vicenda che punta tutto, o quasi, sul binomio sesso e potere e che se i fondatori di Facebook respingono al mittente a sua volta il produttore Scott Rudin non fa che confermare dichiarando che 'quanto mostrato non è altro che la realtà dei fatti'.

Lo stesso Zuckerberg qualche tempo fa aveva parlato della stampa e dei media come degli strumenti che 'inventano continuamente notizie su Facebook' aggiungendo però che 'il film in questione non è altro che un film'.

Anche il New York Times si pone comunque le stesse domande di Chris Hughes sostenendo che 'non si sa quanto reali siano le tante feste che vengono mostrate nella pellicola e i tanti eccessi di cui si parla' così come è necessario capire quante delle figure mostrate nel film, tra cui il fondatore di Napster Sean Parker, siano state realmente così e quanto invece siano state caricate.

Facebook avrebbe anche chiesto modifiche alla sceneggiatura ma Sony non le ha concesse e in questi si deciderà appunto sul taglio di alcune scene considerate troppo forti.

The Social Network uscirà l'1 ottobre negli Stati Uniti e il 12 novembre in Italia: solo allora capiremo davvero se si tratta di un film verità o di un film marketing-oriented.

Il trailer di The Social Network

(foto @New York Times)

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016