Excite

Facebook causa sifilide? Le esagerazioni dei media

E' possibile che contestualmente al boom di Facebook sia aumentato il numero di malattie sessuali nel Regno Unito?

A quanto pare sì, stando almeno al National Health Service inglese secondo cui nelle regioni del Sunderland, del Durham e del Teesside si stima un aumento della sifilide pari al 25% rispetto al passato.

'C'è stato un aumento di quattro volte del numero dei casi di sifilide individuati e sono le donne più giovani ad essere maggiormente colpite', ha dichiarato Peter Kelly aggiungendo che 'i siti di social networking rendendo più facili gli incontri per fare sesso occasionale' portano problemi di questo tipo.

Dopo la notizia diffusa dal Sun un portavoce di Facebook ha dichiarato che gli utenti devono prendere precauzioni e stare attenti a chi incontrano scaricando dunque la responsabilità, come è giusto che sia, sul singolo individuo.

Ciò che infatti stupisce è la morbosità con la quale il tema è stato trattato: ovunque si sta gridando allo scandalo, si tenta di colpevolizzare la Rete e di trovare un escamotage per mettere in guardia dai pericoli legati all'uso del social network.

Le statistiche però parlano chiaro: nelle zone sopracitate della Gran Bretagna è da sempre preoccupante la pratica diffusa del sesso occasionale e non a caso alcune di queste zone sono famose per l'aumento esponenziale dei casi di gravidanze indesiderate in giovane età, non certo attribuibili a Internet quanto invece alle precarie situazioni cui i più giovani sono costretti a vivere.

L'allarmismo appare dunque ingiustificato e la tendenza dei media, italiani in primis, ad estremizzare le questioni legate alla Rete è sintomatica di un atteggiamento ancora poco aperto e incline al cambiamento.

(foto ©Corriere)

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016