Excite

Facebook aggiunge il Panic Button

Dopo la tragica morte di Ashleigh Hall, un'adolescente che aveva trovato il suo assassino e stupratore su Facebook, il governo inglese aveva chiesto al social network di prendere dei provvedimenti, creando un Panic Button, per proteggere i ragazzi dai malintenzionati del web.

La società di Mark Zuckerberg inizialmente si era rifiutata poi ci ha ripensato e ha attivato, in collaborazione con il sito web Ceop (Child Child Exploitation and Online Protection Centre) che si occupa del contrasto degli abusi sessuali sui giovanissimi, l'applicazione che i ragazzi dai 13 ai 18 anni inglesi possono inserire e salvare sul proprio profilo, che di per sé è già un deterrente per i pedofili.

Il tasto può essere usato ogni volta il ragazzo vuole segnalare un comportamento 'sessualemnete sospetto e pericoloso', però la vicepresidente di Facebook per l’Europa Joanna Shields ha dichiarato: 'Non è un’arma risolutiva per rendere più sicuro l’uso di internet. Abbiamo sviluppato una nuova strada per aiutare i più giovani ad essere al sicuro online. Ma è solo con un costante e convergente sforzo di industria, polizia, famiglie e degli stessi giovanissimi che possiamo mantenere la sicurezza anche su internet'

.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016