Excite

Ello, il social network alternativo a Facebook si fa largo sul web: zero pubblicità e iscrizioni su invito

  • Twitter @WeAreImpero

Lungi dall’essere un antagonista diretto del gigante Facebook, il neonato social network Ello, fondato dall’outsider della rete Paul Budnitz protagonista di un inatteso boom nelle ultime settimane.

Facebook, come acquisire fans sul più grande social network: il trucco dell’auto-like

Dal marzo 2014, quando l’esperimento ha ufficialmente preso il via dopo una fase di collaudo lontano dalle luci della ribalta, ad oggi il contagio dell’alternativa “smart” alla community di Zuckerberg è andato oltre ogni previsione, costringendo lo stesso ideatore del progetto a fare i conti con una crescita record della sua creatura.

Il sito in questione, partito in sordina e senza sogni di gloria, ha fatto passi da gigante sviluppandosi giorno dopo giorno alla stregua di una startup d’eccellenza di livello mondiale, grazie al tam tam inarrestabile degli internauti ed all’effetto-novità di un prodotto destinato a farsi largo nel mare magnum del web.

Prerogative principali di Ello, sottolineano i pionieri della risposta “minimal” a Facebook, sono l’assenza pressoché totale di pubblicità e l’obbligo di invito per l’iscrizione al social network, elementi che (insieme ad una marcata attenzione alla privacy) hanno reso tale invenzione interessante agli occhi di una fetta sempre meno esigua del popolo della rete.

(Ello, una valida alternativa “free” a Facebook: in rete boom di adesioni in pochi mesi)

Dopo soli 7 mesi, la scommessa sembra ampiamente vinta per Budniz e compagni di strada, adesso impegnati a pieno nel potenziamento di Ello, ancora per poco fermo alla versione Beta e pronto ad un salto di qualità sia a livello di applicazioni che di funzioni.

Non si esclude la previsione di servizi aggiuntivi attivabili a richiesta degli utenti e a pagamento, mentre al momento i numeri parlano chiaro facendo presagire scenari esaltanti al fondatore: ogni ora arrivano alla “centrale” ben 40mila richieste di adesioni di aspiranti iscritti, a loro volta invitati da amici o parenti già entrati a far parte della (non più ristretta) community.

Il primato del colosso Facebook rimarrà a lungo fuori discussione, ma forse proprio per questo il meglio per il geniale Paul Budniz e i suoi tanti seguaci in giro per il mondo deve ancora venire.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017