Excite

Ecco i Gayglers, la comunità gay di Google

Google fa coming out. I dipendenti omosex del motore di ricerca sono unitissimi e si fanno notare in occasione dei gay-pride di tutto il mondo, dove rivendicano con orgoglio non solo la loro omosessualità ma anche l'essere Googler.

Si fanno chiamare Gayglers i gay, le lesbiche e i transgender di Google. Il blog Google Blogoscoped ha parlato con uno di loro, Bennet Marks, per conoscere meglio le loro attività. "Abbiamo alcune mailing list e un comitato dirigente. Questo comitato si occupa di organizzare le varie trasferte e prendere decisioni. Non ci sono elezioni, tutti possono entrare nel comitato, anche se io sono il coordinatore semi-ufficiale - spiega Marks - il nostro scopo è garantire che tutti a Google, gay compresi, si sentano rispettati, e inoltre vogliamo divertirci facendo pranzi assieme, andando ai gay-pride e organizzando altri eventi".

Ma l'azienda di Mountain View rispetta i gay o ci sono sintomi di omofobia? "Google è il posto dove ho lavorato in cui c'è meno omofobia. Però le persone che non conoscono bene il mondo omosessuale possono sempre essere educate un pochettino di più. Poi è importante far capire che Google è uno spazio sicuro, dove le persone possono fare coming out senza temere nulla".

Oltre a fare gruppo internamente, i Gayglers rappresentano Google in eventi pubblici. Ad esempio partecipano alle giornate dell'orgoglio gay con i loro camioncini griffati Google, con tanto di logo ufficiale reso ancora più colorato. Ultimamente i Gayglers hanno partecipato ai gay-pride di New York, San Francisco e Madrid, dove si sono fatti riconoscere con striscioni, magliette e palloncini Google. Guarda in questa fotogallery le immagini dei Gayglers ai gay-pride.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016