Excite

Diritto all'oblio: Google chiede agli utenti le loro opinioni e crea un comitato consultivo

Quella del diritto all'oblio di Google è una questione che sta facendo parlare e pensare molto: se da un lato c'è chi cerca la privacy, dall'altro, invece, c'è chi vuole una corretta e piena informazione, senza eventuali censure. E se, come spesso accade, il compromesso è la via da cercare?

Diritto all'oblio: il modulo

Per bilanciare la questione, Mountain View è intervenuta creando un modulo che tutti i cittadini europei interessati all'argomento possono compilare: si tratta di un breve messaggio che deve ovviamente essere accompagnato dai propri dati (nome, cognome, email, paese, città e professione) e in cui ognuno può scrivere le proprie idee a riguardo, esprimere i dubbi o le convinzioni.

Diritto all'oblio: la guida per essere dimenticati sul web

Una volta ricevuto un buon numero di queste richieste, Google provvederà a passarle a un comitato consultivo apposito che è già stato costituito nel quale sono stati inserite otto personalità eminenti specializzate in vari campi. In questo modo, Big G, spera di riuscire a comprendere tutti i problemi e gli aspetti della questione a 360 gradi: dalla difesa dei diritti umani all'etica dell'informazione, dalla protezione dei dati all'innovazione dei media, a questi professionisti si uniranno, ovviamente, anche Eric Schimdt e David C Drummond, due dei big di Google.

Le richieste pervenute per la rimozione dei dati dal famoso motore di ricerca (che, dunque, può eliminare solo il link che rimanda all'articolo/pagina internet in questione e non il contenuto pubblicato nel web) sono state, in queste prime settimane, davvero tante e hanno, come dichiara la stessa Google, ricoperto i più numerosi campi: da insulti a episodi di bullismo, sino a reati gravi, articoli screditanti, foto o molto altro ancora. Che cosa può seguire l'ordinanza della Corte Europea, cioè, che cosa è giusto che sia eliminato e che cosa, invece, non lo è?

La questione ha davvero molti risvolti e trovare un giusto bilanciamento tra il diritto al pubblico sapere e il diritto all'oblio su Google e sugli altri motori di ricerca non sarà, per nulla, facile.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017