Excite

Digital divide, l'Italia sempre più arretrata

Secondo l'ultimo rapporto diffuso dalla Confindustria, il rapporto degli italiani con Internet e le nuove tecnologie è ancora arretrato nonostante si siano fatti passi avanti rispetto a qualche anno fa.

Nel complesso è il 52% degli italiani ad utilizzare la Rete e il digital divide coinvolge ben il 12% delle famiglie italiane che non è assolutamente collegato ad Internet: una situazione che racconta anche di una nuova stratificazione sociale fatta di immigrati con bassa scolarizzazione e poca alfabetizzazione.

Ma più interessante ancora è il rapporto delle aziende e della Pubblica Amministrazione con Internet: ben il 43% delle piccole imprese non utilizza Internet per espandere il proprio raggio d'azione e aumentare la propria capacità produttiva.

Se poi parliamo di Pubblica Amministrazione ci rendiamo conto, spiega la Confindustria, che nonostante i buoni propositi le possibilità offerte ai cittadini per partecipare online alla vita istituzionale sono davvero poche: nel 59% dei casi tramite i siti delle amministrazioni locali si possono solo leggere notizie e solo il 37% dei Comuni italiani permette di scaricare moduli.

Infine nella sanità l'arretratezza è talmente elevata che non si ricorre affatto alla telemedicina la quale, spiega Confindustria, potrebbe portare a risparmi dell'ordine di minimo il 2% della spesa sanitaria nazionale per arrivare anche al 10%.

Secondo Confindustria per eliminare il divario tra Italia e Resto del Mondo sarebbe bene dar vita ad un vero e proprio sistema che tenga conto della domanda, dell'offerta e delle potenzialità: investire è dunque sinonimo di efficienza e produttività.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016