Excite

Da Twitter ecco Alex Lee, il ragazzino divenuto famoso con un foto sui social. Fortuna o marketing?

Fino a una settimana fa era un anonimo commesso di un supermercato americano, ora mezzo mondo conosce il suo nome, la sua storia e il suo viso: è Alex Lee, il giovanissimo e piacente texano fotografato a sua insaputa mentre era a lavoro in uno dei centri della catena Target. La foto, postata su Twitter da una ragazza (@auscalum) che a causa delle tantissime interazioni ha deciso ora di tenere il suo profilo protetto, ha collezionato così tanti retweet e apprezzamenti da portare in poche ore il ragazzo a contare oltre mezzo milione di follower in più.

Giancarlo Magalli superstar social: Twitter e Facebook impazziscono, il conduttore è l'eroe del giorno

Un successo stabilito dalla diffusione, sempre su Twitter, dell'hashtag #AlexFromTarget. Alex (questo il suo account) ha smesso però quasi subito di sorprendersi e ha iniziato a compiacersi della grande risonanza ottenuta dalla foto e dai complimenti per la sua bellezza, tanto da chiedersi se potesse ormai considerarsi famoso e da dover considerare l'idea di cambiare numero di telefono. Se si pensa che alla prima visione della tweet con la foto che ritraeva, il giovane aveva immaginato di non essere lui, si fa quasi fatica a credere a tutto quel che è venuto dopo, con l'ascesa social a fare da trampolino per molto altro.

Sì, perché Ellen De Generes, star acclamata della tv americana, dopo aver sentito e letto i primi titoli sulla strana storia di Alex, non ha potuto fare a meno di invitarlo nella sua trasmissione per fargli raccontare questi giorni che hanno stravolto la sua vita. E non solo. Perché se la catena di supermarket Target ha provato subito a usare l'appeal del ragazzo per farsi pubblicità, la sua fidanzatina, naturalmente gelosa, non ha preso proprio bene quest'ondata di complimenti femminili al suo boyfriend.

Martedì, quindi, una società americana di marketing, tale Breakr, ha affermato di essere responsabile del fenomeno #AlexFromTarget, creato per dimostrare "come sia possibile servirsi degli adolescenti per creare dal nulla un eroe virtuale". Alex comunque dice di non saperne nulla, o comunque gli importa molto poco di come tutto ciò sia arrivato.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017