Excite

“Culasso c’è”, svelato il mistero

“Culasso c’è” è la scritta apparsa per le strade di Roma, in particolar modo, ma anche in Abruzzo, sulla Roma-Firenze, al Golfo degli Aranci appena usciti dal traghetto. I cartelli hanno creato un alone di mistero molto simile alle scritte “Dio c’è”, che secondo una leggenda metropolitana indicava i punti dello spaccio di droga.

Questa nuova scritta, invece, ha scatenato la nascita di gruppi su Facebook alla ricerca di capirne il significato. Ecco alcune ipotesi, per molti fa riferimento al primo italiano a vincere un titolo Europeo di karate nel 1975, per altri è un futurista oppure è un segnale che indica la vicinanza di trans e prostitute.

Ma il mistero è stato svelato: Augusto Culasso è un politico, il capogruppo Pd al XII Municipio di Roma, il quale spiega questa iniziativa intrapresa un anno fa: “Ho dato una mano ad una cooperativa di falegnami di Sapri, li ho solo aiutati a far partire l’attività, a metterli in contatto con gli Enti pubblici e loro per ringraziarmi hanno cominciato a posizionare cartelli, prima davanti al Municipio in via Sapori poi, ogni volta che gli avanza del materiale, mobili cucine, invece di buttare tutto lasciano questi cartelli in giro. Ma ora credo che il gioco si sia allargato anche ad amici e conoscenti".

Iniziato come ringraziamento, adesso nessuno riesce a fermare la nascita di nuovi cartelli. Lo stesso Culasso aggiunge: “Ora non lo controllo più, sinceramente, credo che anche i postini abbiano iniziato questo gioco”.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016