Excite

Cosa fa Facebook col profilo di una persona morta?

  • Facebook

Sarà anche triste ma è un dato oggettivo: tra qualche anno, Facebook sarà il più grande cimitero del mondo. Gli iscritti passati a miglior vita negli ultimi anni sono aumentati a vista d’occhio (400mila nel 2010, 580mila nel 2012 e si calcola che entro la fine di quest’anno saranno quasi un milione). Cosa fa allora il social network con i profili dei cari estinti?

Come si nomina un contatto erede?

Anche sul web, la morte è una questione burocratica piuttosto rognosa. A meno che non conosciate il nome utente e la password dell’amico o del parente morto non potrete chiudere il suo profilo. L’interesse di Facebook è quello di trasformare gli account in rete in pagine memoriali, lapidi virtuali in cui andare per commemorare e ricordare il defunto, guardare i tag delle foto comuni e, perché no, lasciare qualche like che fa sempre bene all’engagement. La pagina profilo di Marco Rossi (e tutti i Marco Rossi d’Italia si gratteranno adesso) diventano “In memoria di Marco Rossi”. Non spuntano più i suggerimenti sulle persone che si possono conoscere e non si può più accedere al profilo.

Per chiedere a Facebook di eliminare un contatto di cui non si conoscono gli accessi e di cui non si vuole la pagina commemorativa bisogna fornire la documentazione sufficiente (certificato di morte, documenti comprovanti rapporto di parentela ed altri). Non è facile, ma può essere fatto. Di certo c’è che la maggior parte dei profili di utenti morti restano tali e quali. Smettono solo di essere aggiornati e chi non conosce gli ultimi sviluppi continua a inviare messaggi come “Ehi, che fine hai fatto?”. Tristezza a palate. Quasi come le infinite notifiche di inviti a giochi pronte ad accatastarsi. Una terza via, però, c’è…

Nominare una persona a cui andrà in eredità il nostro profilo una volta passati a miglior vita. La funzione – a cui si accede da Impostazioni > Protezione - è abbastanza chiara: “Un contatto erede è una persona a cui affidi la gestione del tuo account nel caso in cui tu venga a mancare. Questa persona sarà in grado di compiere alcune azioni tra cui fissare un post in alto nel tuo diario, rispondere a nuove richieste di amicizia e aggiornare la foto del profilo. Non sarà in grado di creare post a nome tuo o di vedere i tuoi messaggi”. In questo caso, però, bisogna pensarci per tempo. Non fa mai piacere, certo, ma è come fare testamento…

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017