Excite

Come usare Google Drive: vantaggi e problemi del servizio cloud

Se volete avere sempre con voi tutti i vostri documenti, senza doverli necessariamente trasferire su chiavetta, per poi consultarli e modificarli sia su PC che su smartphone, allora potrebbe essere interessante imparare come usare Google Drive, quali sono le sue funzioni e in che cosa consiste questo servizio sviluppato da Mountain View.

Google Drive: il debutto del servizio cloud

Innanzitutto è bene sapere che Google Drive, nella sua versione base, è gratuito: per accedervi è sufficiente andare nella pagina web dedicata, inserire la vostra User ID con tanto di password relativa al vostro account Google (lo steso che utilizzate per Gmail, YouTube...) ed entrare. Si tratta di un luogo virtuale in cui solo voi (o, nel caso di documenti condivisi, anche chi è stato abilitato all'accesso) potete accedere e poter lavorare.

Proprio come nel caso di OpenOffice o Microsoft Office è qui possibile aprire numerosi documenti (tramite il tasto “Crea”), siano essi testo, un foglio di calcolo, una presentazione, un modulo o un disegno: questi, però, non verranno archiviati sulla memoria del vostro PC, ma sullo spazio virtuale offerto da Google, un cloud di ben 15 GB nella sua versione base (gratuita) ma che può essere esteso attivando uno dei vari abbonamenti mensili. Grazie alle cartelle e le categorie poi, è possibile creare un bel po' di chiarezza distinguendo, ad esempio, tra i documenti speciali, quelli più importanti, quelli relativi al lavoro e così via.

Pro e contro

Ora che avete capito come usare Google Drive non resta che spiegare quali siano i vantaggi e quali, invece, i problemi, che possono sorgere da un tale sistema. Sicuramente la praticità è un fattore da non sottovalutare: non solo, infatti, si tratta si un sistema molto intuitivo, facile da comprendere, ma anche accessibile a tutti. Basta avere una connessione a internet e un account Google per poter avere sempre con sé i documenti più importanti, senza rischio di perderli se, malauguratamente, il PC si dovesse guastare. Inoltre, poi, è molto semplice condividere file per lavoro o per svago: creare un documento o una cartella a cui possono accedere più persone è semplice e immediato. Certo, per usufruire di tutti queste opportunità è necessario essere connessi al web, ma, nel caso non si potesse, si può sempre lavorare offline, tramite l'app per smartphone o il programma (sempre free) per PC, per poi aggiornare quando si torna in linea.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017