Excite

Consigli su come raffreddare il pc portatile

A differenza del comune personal computer che si dispone su una qualsiasi scrivania, il computer portatile usa come piano d’appoggio le gambe, da seduti. Se in teoria è vantaggioso usare il laptop in mobilità, in pratica si soffre in maniera inevitabile del suo surriscaldamento. Che cosa fare? Esistono dei metodi su come raffreddare il pc portatile, soprattutto in estate, quando a fargli aumentare, la temperatura incide anche il calore dell’ambiente esterno.

Rimedi utili

Se da una parte l’evoluzione tecnologica consente l’utilizzo di apparecchiature sempre meno voluminose, dalle prestazioni notevoli, dall’altra, esiste la difficoltà di come raffreddare il pc portatile, quando diventa eccessivamente caldo.

Il surriscaldamento del notebook comporta degli svantaggi, come il blocco del sistema dovuto a continua instabilità, oppure a creare seccature è la scheda madre, con riavvii e arresti spontanei, o ancora peggiore quando il malfunzionamento dipende dai dischi rigidi, che di norma possono operare a temperature non superiori ai 55-60°.

Per fronteggiare in maniera efficiente a un dispositivo che raggiunge temperature elevate, è il caso di acquistare un cooler per notebook. Si tratta di una base di raffreddamento, a due o più ventole, in plexiglass o alluminio, dove è posato il notebook. Il cooler funziona in modo da aumentare il riciclo dell’aria sulla parte posteriore del laptop, generando un abbassamento della temperatura di tutti gli elementi interni. E’ alimentato attraverso un cavo USB connesso al computer stesso. Esistono in commercio diversi esemplari adattabili a qualsiasi modello di notebook, la spesa da affrontare è irrisoria, si spendono intorno ai 20 euro e i risultati sono sorprendenti.

Prima di procedere all’acquisto del cooler è bene seguire alcune raccomandazioni. Quando fa caldo, e la temperatura esterna incide in parte al surriscaldamento dell’apparecchio, si consiglia di evitare l’uso di programmi che vadano a impegnare il processore, infatti, più la CPU lavora, più le sue temperature aumentano.

Soluzioni alternative

Esistono comunque dei programmi che mettono sotto controllo la temperatura interna del pc, alcuni di questi sono SpeedFan e PcWizard . I software sono in grado di rilevare la condizione termica del computer e modificare la velocità delle ventole.

Se si è competenti, si può provare a risolvere il problema, aprendo il notebook e togliendo la polvere accumulata sulle ventole e nelle feritoie dove passa l’aria, con l'utilizzo di una comune bomboletta spray ad aria compressa, reperibile in ferramenta. Solo mani esperte possono eseguire questa delicata operazione, perché aprire un laptop non è sempre facile. Se il dispositivo è in garanzia, è preferibile non toccarlo.

Se nessuna di queste soluzioni dà gli effetti auspicati, si consiglia di rivolgersi a un tecnico perché potrebbe trattarsi di un problema connesso all’hardware.

Prevenzione

Per mantenere in vita il notebook è opportuno eseguire spesso dei cicli di manutenzione ordinaria. Per aiutare l’areazione è sufficiente sollevare di qualche centimetro il dispositivo dal piano d’appoggio e pulire il suo interno con aria compressa. Questi metodi di prevenzione sono utili su come raffreddare il pc portatile, ed evitare che il dispositivo si surriscaldi causando danni irreparabili al sistema.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017