Excite

Cina, porno al bando: "Corrompe le giovani menti"

Al rogo 42 milioni di articoli pornografici. La polizia di Pechino si è esibita in un'azione dimostrativa nell'ambito di una campagna contro la pornografia messa in atto dal rigido governo cinese.

Siti pornografici, frodi e lotterie sul web sono gli obiettivi del governo cinese, che vuole stroncare con forza queste attività. Sono su questa linea le pesanti dichiarazioni di Zhang Xinfeng, viceministro della Sicurezza pubblica: "Il boom di contenuti pornografici su Internet ha contaminato il cyberspazio corrompendo le giovani menti della Cina".

L'iniziativa del governo cinese prende di mira "la distribuzione di materiali pornografici e l'organizzazione di spettacoli di spogliarello, e ripulirà il web da immagini di sesso esplicito, audio e videoclip", ha spiegato il viceministro. Solo pochi mesi fa Chen Hui, responsabile di un sito hard con oltre 9 milioni di foto porno, è stato arrestato e condannato all'ergastolo.

Alla fine di giugno enteranno in azione dei poliziotti virtuali, con l'incarico di stroncare ogni attività pornografica e illegale nel web cinese. Riuscirà anche questa volta il governo ad applicare con successo la nuova censura?

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016