Excite

Cedrata Tassoni-Erri De Luca, polemica su Facebook

  • FB Cedrata Tassoni/Infophoto

L'ultima polemica nata su Facebook - con toni a dir la verità mai troppo accesi - mette di fronte a sorpresa la Cedrata Tassoni e lo scrittore Erri De Luca.

Tutto nasce da alcune foto pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale della Cedrata Tassoni, in un album intitolato "CiTassoni". L'album contiene alcuni fotomontaggi del tappo della storica bottiglietta con alcune citazioni da personaggi celebri, da Charlie Chaplin ad Oscar Wilde.

"Questi tappi non sono in produzione: sono delle elaborazioni grafiche che regaliamo ai nostri fan con frasi, citazioni, aforismi che ci ispirano ogni giorno", spiegano dalla fanpage Tassoni, e tra questi tappi c'era anche uno contenente una citazione proprio dello scrittore napoletano.

La cosa non è piaciuta a De Luca (76000 subscriber) e così la Cedrata Tassoni (69870 fan) cancella la foto e porge le scuse: "Ci scusiamo con il Sig. Erri De Luca per aver utilizzato su questa pagina, in data 6 luglio 2012, un suo aforisma per celebrare la Giornata Mondiale del Bacio, senza averne chiesto l'autorizzazione".

De Luca - sempre a mezzo FB - insiste piccato: "L'azienda della cedrata Tassoni ha ammesso di avere usato il mio nome e una mia frase a scopo pubblicitario senza mio consenso e si e' scusata sulla sua pagina FB. A titolo di indennizzo ho chiesto di versare mille euro alla ADMO, associazione donatori midollo osseo. Questo e' un uso corretto del mio nome in pubblico. Resta libero e gratuito l'uso delle mie frasi senza scopo di lucro".

Tassoni - rinnovando con estrema gentilezza le proprie scuse e parlando di errore in buona fede - chiarisce però che la frase era solo parte di una galleria su Facebook e non era stata utilizzata per una campgna pubblicitaria vera e propria: "Abbiamo postato un suo aforisma (con citazione) nel nostro album dei tappi, che come è specificato in didascalia contiene immagini che regaliamo ai nostri fan di Facebook e che non sono assolutamente ideate per diventare un prodotto reale!"

La querelle ha visto schierati i numerosi fan dall'una o dall'altra parte. Chi dà ragione a De Luca motiva così: "ma la pagina Facebook di un'azienda (e quindi tutto ciò che vi si pubblica) non è un mezzo di pubblicità commerciale?", chi sta dalla parte della Cedrata invece si chiede: "Non sapevo che ci volesse un'autorizzazione per una citazione. Forse il signor Erri de Luca gira tutto il giorno Facebook cercando le sue citazioni". La vicenda è nel complesso piuttosto curiosa ma permette anche di aprire un dibattito sulle fanpage aziendali: davvero ogni elemento pubblicato su quelle pagine dev'essere visto come un'iniziativa commerciale, anche una semplice citazione?

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017