Excite

Come scegliere un cavo Micro USB

L'interfaccia seriale USB, Universal Serial Bus, è utilizzata largamente, e in tutte le sue varianti, in praticamente tutti i dispositivi hi-tech e viene integrata nei PC per effettuare collegamenti ad alta velocità con le periferiche. In dispositivi come smartphone, cellulari, TV, consolle di gioco, Hard Disk, fotocamere, stampanti, scanner, ecc., è possibile trovare facilmente una porta USB. In particolare, nei dispositivi più piccoli come smartphone e fotocamere, l'ingresso specifico è il micro USB, un'alternativa più piccola basata sempre sullo standard seriale USB. Da Giugno 2011, grazie a delle normative europee, la porta micro USB sarà implementata in tutti i nuovi smartphone e cellulari in uscita, sia per ridurre l'inquinamento elettronico sia perché questo standard richiede poco spazio rispetto alla porta USB standard.

A cosa serve un cavo micro USB

Un cavo micro USB serve proprio a collegare uno smartphone, o un altro dispositivo dotato di questa interfaccia, al proprio computer per trasferire files multimediali, aggiornare il software del telefono, creare backup e installare programmi. Un cavo del genere quindi avrà da un lato un connettore del tipo Micro USB e dall'altro un connettore USB standard. In commercio tutti i cavi USB - Micro USB sono validi per questo collegamento e non esistono, in linea di massima, marche di cavi migliori o con maggiori garanzie. Infatti, questi cavi sono talmente diffusi e facili da reperire, che costano davvero poco: circa 5€ per una lunghezza di 1.8m.

I cavi, invece, possono essere scelti per la loro lunghezza e per la loro velocità massima di trasmissione, che può raggiungere i 600 MB al secondo (USB 3.0). I cavi micro USB si potrebbero acquistare su internet a poco prezzo, ma le spese di spedizione costerebbero di più dell'oggetto: per queste ragioni è preferibile acquistare i cavi nei negozi di computer e informatica.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017