Excite

Canone Rai per pc e telefonini: è polemica sul web

  • Rai.it

Il canone Rai per un pc: 2012 sempre più pesante per i cittadini italiani che ora vedono avvicinarsi nuove tasse, come il canone Rai per chi ha un pc, un telefonino smartphone, un tablet come l'iPad.

I fatti: la Rai ha chiesto a 5 milioni di azienze italiane il pagamento del canone televisivo, anche se queste aziende non dispongono di tv. L'azienda di stato si riferisce - addirittura - al regio decreto legge del 21 febbraio 1938, n. 246: "Chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle radioaudizioni è obbligato al pagamento del canone di abbonamento".

Con le nuove tecnologie basta un telefonino che si collega ad internet per poter teoricamente poter guardare la tv in streaming, ecco dunque la richiesta pervenuta alle aziende italiane, che si sono infuriate per questo ulteriore - e ingiustificato - tributo da pagare.

Ogni azienda dovrebbe versare dai 200 ai 6000 euro all'anno: un totale di 980 milioni di euro a causa di computer che non servono certo per guardare la televisione.

"Si tratta dell'ennesimo balzello ai danni di chi con già grandi difficoltà cerca di fare impresa in Italia", commenta la Confederazione Italiana degli esercenti commercianti (Cidec). A finire nella bufera è anche il ministro Passera: con il decreto Salva Italia è obbligatorio per le imprese (e per i cittadini) indicare nel modello Unico il numero di abbonamento. Un canone speciale richiesto dalla Rai e che solleva l'indignazione dei cittadini.

Il variegato "popolo di Twitter" ha trovato un'espressione per commentare e protestare contro la Rai: #Raimerda è l'hashtag usato e che sta spopolando sul social network. Qui sotto potete leggere gli ultimi commenti a riguardo. Vedremo se ci sarà una risposta della Rai ad aziende e cittadini.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017