Excite

Bug Heartbleed: a rischio milioni di siti, ecco quali password cambiare

  • Getty Images

Non un vero e proprio furto, ma una porta difettosa che consente agli intrusi di entrare più facimene. In questo modo gli esperti spiegano cosa sta accadendo a milioni di siti internet, messi a rischio da una enorme falla scoperta nel sistema di protezione dei dati Dati e informazioni sensibili, preda di pirati informatici in grado di carpire password, codici segreti, numeri di carte di credito, comunicazioni private.

iOS 7: tutti i bug riscontrati e le loro soluzioni

E non solo: via libera all'accesso ad e-mail, conti bancari e addirittura alle comunicazioni riservate di Fbi e servizi di intelligence. Il 'superbug' che sta facendo tremare il web è stato non a caso chiamato 'Heartbleed', in pratica cuore che sanguina, e potrebbe causare un'enorme perdita di informazioni. Riguarda il software 'OpenSSL', il piu' diffuso al mondo per il criptaggio, usato da due terzi dei server, compresi quelli di banche, social media, siti di gestione della posta elettronica o per le vendite online.

Il bug- come hanno scoperto un gruppo di ricercatori finlandesi in California e due esperti in sicurezza di Google - è presente da almeno due anni, e nessuno può avere la certezza di esserne rimasto immune. Così in tutto il mondo si corre ai ripari. Molti siti - tra cui Facebook, Google, Amazon e Yahoo! - hanno comunicato di aver già posto rimedio al problema aggiornando il software ed eliminando ogni vulnerabilità. Ma nel frattempo la cosa migliore da fare è modificare le proprie password.

Operazione necessaria per Dropbox, Facebook, i servizi di Google incluso Gmail, LastPass, OkCupid, SoundCloud, Tumblr e Yahoo. Non è necessario, invece, per Amazon, Linkedin, Microsoft, che non usa le versioni in pericolo di OpenSSL, PayPal, mentre per Twitter e altri servizi ancora non si hanno certezze.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017