Excite

L'infezione causata dallo shampoo, bufala su Facebook: è solo un fotomontaggio

In queste ore una nuova bufala sta invadendo le bacheche Facebook di molti utenti: le varie pagine del social network, infatti, si stanno riempiendo di post in cui compare una foto davvero disgustosa, che dovrebbe rappresentare un'infezione causata dall'uso dello shampoo. Si tratta dell'ennesimo fotomontaggio, un'immagine, dunque, falsa che, però, sta allarmando molte persone.

Tante, forse troppe, le condivisioni di questa notizia che è, lo ripetiamo, assolutamente falsa. Il post, dal canto suo, è chiaro: utilizzando quella determinata e popolare marca di shampoo ognuno di noi rischia di ritrovarsi con questo bubbone e, quindi, prega la condivisione e la visione del video. Solo in questo modo, infatti, si può far conoscere a tutta la rete la terribile vicenda già accaduta e che potrebbe capitare anche ai nostri amici. Cliccando sopra al link, però, non si accede a nessun filmato che dimostra e spiega l'accaduto (come, invece, promesso) ma a un sito che altro non è che un classico malware: insomma, si tratta uno specchietto per incuriosire gli utenti, lasciarli schifati e indurli a cliccare verso la propria pagina.

L'immagine di questo bizzarro sfogo cutaneo è, come prevedibile, realizzata utilizzando Photoshop: a un normale lembo di pelle (sembra una mano) è, infatti, stato sovrapposto un Nelumbo nucifera che altri non è che il baccello al cui interno si possono trovare i semi del fiore di loto, quegli strani “buchi neri” che possiamo vedere nel fotomontaggio. Uno sforzo minimo per creare un'immagine che sta letteralmente facendo il giro del web e schifando gli utenti che si trovano a dover vedere il fantomatico bubbone sulla propria bacheca.

Ma questa dell'infezione dovuta all'uso dello shampoo non è l'unica bufala che circola su Facebook: non è la prima e, certamente, non sarà, neanche l'ultima. Dal sospetto caso di vaiolo causato dai migranti alla morte di Lino Banfi (o di un altro personaggio famoso), fino alla chiusura dello social network, negli anni sono stati riportati numerosi casi simili.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017