Excite

Blogger in sciopero

Il web si attiva per il primo sciopero dei blogger. È stato indetta per oggi, 14 luglio, la giornata di rumoroso silenzio dei blog per protestare contro il disegno di legge Alfano, le cui ripercussioni potrebbero condurre ad imbavagliare l'informazione in Rete.

Guarda le foto dei blogger in sciopero

In particolare i blogger sono preoccupati per la disposizione che prevede un "obbligo di rettifica" cioè “i gestori di siti informatici sono obbligati a procedere, entro 48 ore dalla richiesta, alla rettifica di post, commenti, informazioni ed ogni altro genere di contenuto pubblicato”. Oltre ad una multa salata, per chi non rispetterà questa regola, i post pubblicati possono essere censurati e oscurati dai provider o dai responsabili dei domini dei siti web.

L'iniziativa è partita da Alessandro Gilioli dell’Espresso, che raccoglie le immagini e i commenti di chi partecipa all’evento, inoltre in merito al decreto ammazza-internet, che limita la pluralità di informazione e la libertà di espressione, è nato un social network che raccoglie i blogger che aderiscono all’iniziativa. Ideato da Enzo di Frenna, Diritto alla Rete, è il sito dove gli iscritti possono inserire il proprio blog e la propria foto imbavagliata. Una piazza virtuale che alle 19 avrà un luogo di incontro fisico in Piazza Navona a Roma, dove ci sarà anche il professor Derrick de Kerckhove, guru della Rete e docente all’Università di Toronto.

A quest’iniziativa hanno aderito molti blogger che hanno rilasciato i loro commenti come manteblog: "Per quanto mi riguarda vedo con grande simpatia l’aggregazione in rete attorno a tematiche che riguardano i diritti dei cittadini e questa iniziativa va certamente in questa direzione". Anche da Blogosfere arriva l’adesione: "Sono convinto che i blog costituiscono ormai quel poco che resta dell'opinione pubblica italiana, considerato che la stragrande maggioranza dei cittadini fruisce solo dell'informazione proposta dalle televisioni, gran parte delle quali appartengono al governo attuale, non avendo voglia e soldi per leggere la carta stampata".

Inoltre, non poteva mancare la pagina Facebook dedicata all’evento, dove anche Altroconsumo ha lasciato un messaggio in bacheca: "La Rete costituisce, insieme, lo strumento e il luogo attraverso il quale si esplicita attualmente nel migliore dei modi la libertà costituzionalmente garantita di manifestazione del pensiero, non vogliamo esserne privati. Altroconsumo appoggia la giornata di "rumoroso silenzio" promossa dai blogger, domani 14 luglio saremo a Piazza Navona a manifestare per la libertà di informazione in Rete, spero di incontrare molti vecchi e nuovi amici".

Video dei blogger imbavagliati

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016