Excite

Blogger contro Steve Jobs: l’iPad libero dal porno

Steve Jobs ha un indirizzo email pubblico (sjobs@apple.com), che utilizza raramente per rispondere agli utenti dei dispositivi Apple, ma venerdì scorso ha ricevuto un messaggio che non poteva essere cestinato e necessitava di una risposta immediata.

L’email gli è stata invita dal blogger tecnologico Ryan Tate, editor di Valleywag, che dopo aver visto la nuova pubblicità dell’iPad ha pensato bene di ribattere sul concetto di ‘rivoluzione’ che questo dispositivo mette in atto. Tate scrive: 'Se Bob Dylan oggi avesse vent'anni definirebbe seriamente l'iPad una rivoluzione? La rivoluzione vera è la libertà'. Pare, infatti, che il nuovo gioiello censuri molti contenuti, controlla ciò che si può fare e cosa non si può fare.

Jobs ha risposto: 'Sì, la libertà che offriamo è quella da programmi che rubano dati privati. Libertà dai programmi che esauriscono la batteria. Libertà dal porno. Sì, libertà. I tempi cambiano e ogni volta che questo succede la gente che si occupa di pc tradizionali si sente mancare la terra sotto i piedi'. Il blogger però afferma di non volere la libertà dal porno, vuole navigare ovunque.

Il Ceo di Apple l’ha ammonito che dovrebbe stare attento alla pornografia, soprattutto se ha bambini in casa e conclude questa disputa epistolare affermando: 'E per quanto riguarda Microsoft credo che abbiano tutto il diritto di imporre le regole che vogliono. Se alla gente non piace, possono scrivere per una diversa piattaforma o comprarne una diversa. Cosa che per altro sta succedendo. Per quello che ci riguarda, quel che stiamo cercando di fare è di creare e preservare l’esperienza utente che abbiamo immaginato'.

Video della pubblicità dell'iPad che ha fatto infuriare il blogger

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016