Excite

Bitcoin: Virus punta ai Mac di Apple per rubare moneta virtuale

  • Getty Images

Gli hacker diventano veri e propri "ladri" e puntano ai Bitcoin, moneta virtuale che sta crescendo su molte piattaforme di vendita. Secondo quanto rivelato dalla società di sicurezza SecureMac un 'cavallo di troia' (dunque un software maligno) sarebbe pronto a prendere di mira i computer Mac di Apple per rubare Bitcoin.

Una "vendetta" trasversale o una semplice beffa visto che proprio il colosso di Cupertino ha deciso di vietare l'utilizzo della valuta digitale per le transazioni sulle sue app.

Bitcoin: è mania

Intanto Bing, il motore di ricerca Microsoft, ha anticipato Google e ha annunciato l'introduzione nel suo convertitore di valute il cambio nella moneta virtuale. La funzione è già disponibile in Usa, Australia, India e Uk. Al momento un Bitcoin vale poco più di 515 euro. Durante il fine settimana i prezzi sono scesi in seguito alla decisione di Mt Gox, una delle maggiori piattaforme di scambi, di fermare i prelievi da parte dei clienti dopo aver riscontrato attività sospette.

Il 'cavallo di troia' è un tipo di malware che si presenta come programma legittimo e che invece nasconde funzionalità dannose. Quello individuato da SecureMac si presenta con l'applicazione StealthBit, sponsorizzata come piattaforma per ricevere pagamenti in Bitcoin e che invece installa nei sistemi operativi OS X dei Mac un codice dannoso che traccia l'attività online degli utenti, memorizzando le credenziali di accesso ai siti ed estrapolando le informazioni da quelli che trattano la criptomoneta.

Gli utilizzatori dei Bitcoin, nel frattempo, crescono in maniera esponenziale anche in Italia e gli esperti di sicurezza hanno più volte sottolineato che le monete virtuali sono uno degli obiettivi del momento per i cyber-criminali.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017