Excite

Beppe Grillo: la verità sull'attacco di Anonymous Italy al blog

  • Infophoto

"Credo che sia venuto il momento di fare chiarezza su quanto accaduto dopo una settimana di dichiarazione sconcertanti da parte dei referenti di Anonymous Italy". Parola dell'Anonymous protagonista del clamoroso attacco al blog di Beppe Grillo avvenuto ormai più di una settimana fa.

Insomma, l'autore materiale dell'hackeraggio ha deciso di venire (quasi) allo scoperto. E di dire la sua al Corsera: "L'attacco non è nato come un operazione di Anonymous – ha detto al quotidiano – bensì come un test per una botnet privata, ossia come un esperimento per verificare quanto poco ampia sia la banda di uno dei siti più frequentati al mondo", spiega l'hacker. Non sembra esserci traccia di motivazioni politiche, insomma, né di un quadro d'attacco su più ampio raggio, tipo quelli sferrati contro Equitalia o Vaticano. Il gesto sarebbe piuttosto stato strumentalizzato da altri attivisti di Anonymous: "Alcuni membri del gruppo Anonymous Italy – aggiunge l'hacker – dopo avere appreso la notizia che il sito di Grillo era caduto hanno concordato tra loro un comunicato attribuendosi la paternità dell'accaduto e puntando sul sito in questione un'altra botnet". Insomma, sono arrivati a giochi fatti e c'hanno appiccicato sopra un'etichetta politica.

Un'operazione che ha prodotto non poco scompiglio nel gruppo, dall'organizzazione piuttosto anarchica e che discute fra chat e server riservati sui progetti da portare avanti. Tanto da indurre un membro anziano a intervenire per rimuovere il comunicato di rivendicazione. La ragione? L'attacco non ha rispettato l'etica di Anonymous perché il blog di Grillo viene considerato come un media e, per Anonymous, i siti d'informazione devono essere "salvati" da mosse di questo tipo.

Certo è che ci sarà un po' da fare per riportare tranquillità nella misteriosa combriccola cibernetica: "Tra lo stupore generale uno degli utenti, definito anche uno degli operatori più attivi del gruppo, decide di lasciare Anonymous Italy schifato da come il singolo parere di un membro anziano possa far cambiare idea ad altri anon – chiude l'Anonymous – per quanto mi riguarda spero che i membri anziani riescano a riportare ordine nel movimento evitando iniziative personali e diffondendo notizie non vere".

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017