Excite

Aumentano i bambini venduti su Internet

Il fenomeno della pedofilia online è in aumento ed è incredibile come un prete dichiari di non sapere che la pedofilia è un reato vero e proprio.

C'è un grosso volume d'affari che riguarda i bambini e i filmati sui minoriche coinvolge da tempo anche il Web: da una parte aumentano i clienti d'altro i bambini che vengono sfruttati e venduti. Secondo l'ultimo Rapporto dell'Osservatorio internazionale di Telefono Arcobaleno meno dell'1% delle vittime di pedofilia è stato identificato e quindi salvato.

Nel 2010 ci sonopiù di 4 mila bambini schiavi, mille in più rispetto allo scorso anno mentre su Internet ci sarebbero più di 45 mila siti web dedicati alla pedofilia di cui molti sono pan-europei e risiedono in Germania, Olanda e Russia. L'Italia è al quinto posto al mondo per consumo di pedopornografia (4,7%) preceduta da USA (23%), Germania (18,6%), Russia (5,7%) e Regno Unito (5,7%).

La pedofilia online è aumentata nel 2010 di circa il 6% e sono migliaia i provider segnalati. Il parlamento europeo sta lavorando da tempo a una direttiva contro l'abuso sessuale dei minori e la pedopornografia con pene e sanzioni più severe ma è diviso sul blocco dell'accesso ai siti web.

Secondo molti parlamentari molti degli abusi ovvero circa l'80% avvengono in famiglia e tagliare l'accesso a Internet non sarebbe una soluzione definitiva (e provocherebbe problemi diplomatici con Usa e Russia ad esempio) ma ci vorrebbe una forte prevenzione. Questo Dicembre l'UE dovrebbe fornire dei lavori concreti e presentare una proposta di soluzione alla pedofilia definitiva.

Foto: http://www.dimensionetv.com/notizie/australia-fake-dei-simpson-considerati-pedopornografici-77.html

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016