Excite

Attentato Maratona di Boston: Google attiva Person Finder per trovare dispersi

  • Google.com

Anche Google si mobilita dopo le esplosioni avvenute al traguardo della maratona di Boston.

Il motore di ricerca ha attivato una sezione apposita sul suo sito Person Finder per aiutare i familiari e gli amici dei corridori e delle persone presenti alla manifestazione al momento delle esplosioni e che ancora non sono stati trovati.

La sezione permette agli utenti di inserire il nome della persona che cercano o di pubblicare informazioni su dove si trovavano e con chi erano per facilitare le operazioni per rintracciare i dispersi.

Dopo le esplosioni, che si sono verificate alle 14,50 locali (le 20,50 in Italia), al traguardo della maratona che come ogni anno attraversa parte della città, l'utilizzo dei telefoni cellulari a Boston è stato praticamente impossibile perché le stesse autorità hanno spento i ripetitori della telefonia mobile della città per impedire che gli stessi cellulari potessero essere utilizzati come detonatori per innescare eventuali altre bombe.

Attivato anche un hashtag su Twitter: “Se hai informazioni su #bostonmarathono stai cercando qualcuno, visita Person Finder Boston Marathon”. La rete, dunque, si mobilita per l'emergenza di Boston.

Person Finder di Google venne lanciato durante il terribile terremoto che colpì Haiti del 2010. In questo caso, dopo poche ore, già 3000 persone hanno inserito il proprio nome su http://google.org/personfinder/2013-boston-explosions.

Intanto Instagram è diventata la piattaforma per raccogliere le foto della tragedia ma anche consigli su come muoversi e dare il proprio contributo: "Se siete a Boston non uscite, non prendete la metropolitana, andate a donare sangue e fate attenzione a tipi sospetti", è uno dei numerosissimi messaggi comparsi in rete nelle ultime ore.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017