Excite

Assemblare un PC passo dopo passo: ecco la guida

Assemblare un PC è un'operazione che spaventa gran parte delle persone. Anche chi conosce la componentistica hardware e chi usa in maniera fluida il personal computer spesso non è molto propenso ad effettuare questa delicata operazione. Delicata non significa difficile, anche perchè con un po' di pazienza ed una buona guida, saremo in grado di assemblare il nostro apparecchio senza troppi problemi.

Per prima cosa dobbiamo individuare i componenti hardware che compongono un pc e distinguere tra principali e secondari (o accessori). Tra i primi sicuramente troviamo:

  1. Case (anche detto base del pc) con relativo alimentatore
  2. Processore con ventola
  3. Memoria RAM
  4. Scheda Video
  5. Hard Disk

La componentistica secondaria invece è molto varia ma possiamo sicuramente includere:

  1. Tastiera e Mouse
  2. Scheda Audio
  3. Monitor
  4. Lettore/Masterizzatore

Prima di tutto servirà un tavolo da lavoro ampio ed illuminato con cacciaviti di vario tipo (solitamente a croce); dovremo scaricare il nostro corpo prima di iniziare il montaggio, toccando una superficie metallica che scarica a terra (es.: i piedi di un tavolo).

Scheda Madre e CPU (Processore)

La prima cosa da fare è montare il processore sulla scheda madre, facendo attenzione a non rovinare i piedini del processore stesso e seguendo il giusto verso di montaggio. A seguire bisognerà montare la ventola e (opzionale) la pasta termoconduttrice tra ventola e processore stesso.

Memoria RAM

La seconda cosa da fare è montare la memoria RAM sulla scheda madre facendo attenzione al verso di montaggio, utilizzando lo slot n.1 sulla scheda madre stessa.

Scheda Video / Scheda Audio

Se non sono integrate sulla scheda madre dovremo montare il pezzo sulla scheda madre. Ovviamente se una delle due è integrata su scheda madre è superfluo montarla, anche se una scheda video dedicata garantisce nella maggior parte dei casi prestazioni nettamente superiori.

Montaggio della scheda madre nel Case

E' sicuramente il passaggio più delicato: nel case bisognerà che siano presenti i cosidetti 'distanziatori' per evitare che la scheda madre stessa tocchi con il pannello. Bisognerà collegare l'alimentazione alla scheda madre facendo attenzione al verso (potrebbero essere due cavi separati, uno grosso e uno piccolo quadrato). Successivamente, servendoci del manuale della scheda madre, dovremo attaccare le spie ed i pulsanti del case sulla scheda madre con gli appositi cavetti di colore di solito verde, arancione, blu e rosso.

Hard Disk / Unità ottica

Il lavoro è quasi terminato quando dovremo collegare alla scheda madre un hard disk e le unità ottiche. Il collegamento SERIAL ATA offre cavi piccoli e sottili anche per l'alimentazione; il PARALLEL ATA invece ha un cavo grigio grosso con una riga rossa (attenzione al verso) e un cavo bianco da 4 pin per l'alimentazione. Dietro il pezzo ci sarà un piccolo selettore (Jumper) da impostare come MASTER. Se utilizzate un'unità ottica attaccata sullo stesso cavo grigio dell'hard disk, invece che MASTER imposterete il Jumper su SLAVE.

A questo punto collegate i pezzi esterni, come monitor, tastiera e mouse per la prima accensione.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017