Excite

Apple, iTunes: rimborsi per 100 milioni di dollari a famiglie truffate

  • Getty Images

Cento milioni di dollari sotto forma di crediti per acquistare App. E' quanto dovrà rimborsare Apple ai suoi utenti, al termine della querelle che ha visto l'azienda di Cupertino uscire sconfitta dal tribunale.

L'accusa è quella di aver fatto pagare in modo improprio i bambini per i giochi su iPhone e iPad. L'azione legale avviata due anni fa accusava Apple di non aver messo a punto sistemi di sicurezza adeguati per controllare l'acquisto su iTunes nell'ambito di giochi per i bambini. In particolare sono state “incriminate” alcune funzioni extra di giochi gratuiti nel 2010 e nel 2011.

In pratica alcune applicazioni gratuite facevano scattare degli aggiornamenti, o extra, o le cosiddette versioni “premium”, a pagamento che si attivavano senza particolari codici di sicurezza. I genitori dei bambini “dalle mani bucate” hanno accusato Apple di scarsa assistenza e pochi controlli.

Uno dei giochi più accusati è stato “Il villaggio dei puffi” che all'inizio di ogni partita invitava i piccoli utenti ad acquistare nuovi oggetti digitali, così in un semplice click il barile di “pufbacche” veniva addebitato sul conto iTunes associato al dispositivo.

Nell'aprile scorso, dopo essere stata chiamata in giudizio, Apple è corsa ai ripari inserendo un'opzione per disattivare completamente qualunque tipo di acquisto nel corso dei giochi.

L'azienda di Cupertino ha patteggiato e dovrà, dunque, offrire un credito iTunes di 5 dollari per ciascuno dei 23 milioni di account colpiti. Se il totale supera invece i 30 dollari, i genitori avranno un rimborso in contanti.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017