Excite

Apple brevetta l'autografo digitale, ma Ue la bacchetta per connettore ricarica

  • Apple.com

Non una semplioce firma digitale, ma qualcosa di più. Apple ha brevettato l'autografo digitale, strettamente legato alla grandissima diffusione degli e-book.

Il colosso di Cupertino ha, infatti, deciso di mettere a punto un sistema che consente a tutti i lettori di avere la dedica del proprio scrittore preferito anche sui libri in versione non cartacea.

Il tutto attraverso una particolare applicazione per iPhone e iPad che consente all'autore del libro di "firmare" in modalità wi-fi su una "pagina" bianca dell'e-book che si troverà dopo ogni copertina.

In pratica se, come spesso accade agli appassionati di un autore ma non solo, si partecipa alla presentazione di un libro, l'autore, direttamente tramite il proprio iPhone o iPad, potrà scrivere e inviare la dedica al lettore che l'ha richiesta. Per evitare falsi, poi, l'autografo sarà certificato attraverso iBooks Author che ne dimostrerà l'autenticità.

Sempre in materia di libri Apple introdurà anche la possibilità di autografare un libro in wi-fi: in pratica la firma virtuale potrà essere inviata attraverso una sorta di servizio di messaggistica.

Non tutti sorrisi, però, in casa Cupertino. Nei giorni scorsi, infatti, il Comitato per il Mercato Interno dell'Unione europea ha proposto un nuovo emendamento per la legge sui dispositivi radio che obbliga i produttori di telefonia ad adottare un unico standard per le unità di ricarica. E' chiato che l'indiziato numero uno è proprio Apple ad oggi l'unico brand che fornisce un alimentatore proprietario in ambito smartphone, con un connettore, dal lato opposto dell'Usb, esclusivamente compatibile con gli iPhone, elemento che alza i costi e incrementa il livello di rifiuti elettronici, visto che non è possibile il riutilizzo con altri dispositivi.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017