Excite

Anonymous rivela la rete di Isis: "C'è un italiano tra gli informatici che aiutano i terroristi"

  • Getty Images

L'offensiva che Anonymous ha scagliato contro la rete informatica di Al Qaeda e dell'Isis è stata tremenda. Il lavoro del gruppo di hacker transnazionale, però, non è ancora finito, anzi, è appena agli inizi. Continuano ad arrivare comunicati e rumors di hacker che mettono offline account social e mail di appartenenti alla rete del terrorismo internazionale.

L'offensiva è nata dopo l'attentato al giornale francese Charlie Hebdo che ha colpito il mondo intero. A distanza di pochi giorni, poi, sono arrivate le esecuzioni dei due giapponesi e l'orribile morte del pilota giordano. Tutti fatti che, a prescindere da qualche fosse l'intento dell'Isis, non hanno fatto altro che compattare la comunità internazionale, anche quella araba e musulmana.

Leggi le news sull'Isis

Anonymous, che non è sicuramente un'entità schierata dalla parte del sistema, è uscita dall'oscurità che di solito l'avvolge ed ha annunciato che avrebbe attaccato ad oltranza tutti i dispositivi web direttamente o indirettamente collegati al terrorismo internazionale. E' notizia di oggi che tra gli esperti web dell'Isis ci sarebbe anche un italiano.

Guarda il video della dichiarazione di guerra di Anonymous all'Isis

A rivelarlo è stato Agi uno degli esponenti di Anonymous che ha dichiarato, “Stiamo ancora verificando, non conosciamo ancora di preciso il suo ruolo, l’unica cosa certa è la nazionalità italiana”. L'italiano potrebbe far parte del gruppo di supporto oppure essere ancora più in alto nella gerarchia informatica a sostegno del califfato.

Scopri le news sul web 2.0

L'obiettivo principale di Anonymous non è soltanto quello di smantellare la rete informatica dei terroristi, ma soprattutto quello di riuscire a smascherare i capi della guerra informatica di Isis. Il divario di conoscenze in campo è ovviamente a favore di Anonymous che non ha nun capo ma ha migliaia e migliaia di esperti informatici di alto livello in giro per il mondo. Una rete che nemmeno le grandi potenze hanno mai saputo delineare con precisione. Questa superiorità netta, però, non vuol dire che sarà una cosa facile. E' ancora Agi a dire, “Usiamo tecniche molto avanzate, abbiamo un team internazionale con specialisti che si occupano in particolare degli smartphone, ma sarà comunque una cosa lunga”.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017