Excite

Anonymous attaccano la polizia postale

Anonymous, gli hacker che fanno tremare il web hanno messo a segno un nuovo colpo. Pericolosi e senza scrupoli questo gruppo senza leader, ma ben organizzati, sono riusciti a far cadere le barriere di sicurezza della CNAIPIC, il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche.

Questa polizia postale solo qualche settimana fa era riuscita a scovare e denunciare alcuni cybercriminali ella rete italiana di Anonymous. Contro di loro sono stati contestati reati come: accesso abusivo in sistema informatico, danneggiamento a sistema informatico e interruzione di pubblico servizio.

Ecco la risposta degli hacker a tutto questo: un attacco all'unità specializzata interna al Servizio di polizia postale e delle comunicazioni, il cui compito è proprio quello di prevenire e reprimere i crimini informatici. Gli Anonymous hanno lasciato anche un messaggio in rete per rivendicare l'attacco: 'Oggi abbiamo ottenuto l'accesso al vaso di Pandora delle agenzie anticrimine Italiane e crediamo che questo sia l'inizio di una nuova era di butthurt per la possente Homeland Security Cyber Operation Unit in Europa. Quindi abbiamo deciso di diffondere tutto quello che hanno nella rappresentanza italiana, ovverosia una task force con vaste risorse chiamata CNAIPIC'.

Trema la polizia postale italiana, perchè ci sono anche le minacce di diffondere i file interni: 'Oggi riveliamo innumerevoli file da queste agenzie che abbiamo ownato, e per essere chiari tutti questi dati/documenti erano archiviati sui server del CNAIPIC, deputati a contenere le prove raccolte nelle analisi forensi'. La Cnaipic fa sapere: 'Dobbiamo ancora accertare se e quali documenti sarebbero stati sottratti'.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016