Excite

Android non è un software libero secondo Richard Stallman

Si è sviluppata giorni fa una polemica all'interno della comunità di sviluppatori open source che porta a riflessioni importanti.

Uno dei guru storici già fondatore della Free Software Foundation che gira il mondo per evangelizzare il software libero, Richard Stallman, ha dichiarato al Guardian il suo malcontento verso gli smartphone che montano il sistema operativo Android.

Android sarebbe una sorta di Grande Fratello che controlla gli utenti e non consente loro di conoscere con precisione cosa succede sui loro palmari. Secondo Stallman Android non è nè software libero né open source, Google avrebbe furbescamente creato un cavallo di troia illudendo gli sviluppatori di migliorare il codice e contribure ad un progetto aperto per poi chiudere parti del software nel momento in cui il prodotto è diventato commerciale e diffuso.

Seppure il kernel di Android sia Linux molte parti che Google ha aggiunto sono pubblicate sotto una licenza abbastanza debole come Apache 2.0 mentre Android non contiene GNU ma solo nel Linux che è stato anche modificato con componenti proprietari e dunque non aperti. Inoltre ci sono parti sviluppate anche dai produttori che realizzano gli smartphone. Anche il firmware ha così tanto controllo sulla macchina da essere pericoloso per l'utent e poter controllare tutto il dispositivo.

Stallman spera che Google non decida di rendere chiuso e proprietario Android perchè ha già deciso di non rilasciare il codice della versione 3.0. Certo è che la lotta tra Android e gli altri sistemi avviene anche attraverso dettagli: ha ad esempio scatenato una polemicuccia internazionale la vetrina di un negozio Samsung in Sicilia che presentava le icone di Apple di iOS invece che di Android oppure Bada.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017