Excite

Amina era un falso: la blogger non esiste

Era diventata quasi il simbolo della protesta al regime di Hafez Al Assad in Siria e invece si è trattata di una gigantesca bufala.

Stiamo parlando di Amina, la blogger siriana che aveva aperto e pubblicato il blog 'A Gay Girl in Damasco', un diario sulle storie sentimentali di una ragazza omosessuale in un Paese difficile e pieno di divieti, costrizioni, pregiudizi.

Tutto falso ed inventato. Eppure la Rete si era mobilitata con 'Free Amina' in seguito ad un probabile arresto anche se qualcuno è sempre stato scettico sulla sua identità. Facebook e i blog hanno aiutato a smascherare l'autore del blog.

Amina in realtà è Tom MacMaster, un 40 enne americano che studia per un master alla Edinburgh School e che si occupa di Medio Oriente: insieme alla moglie è riuscito a creare l'identità di Amina, trovare una foto di una persona su Facebook in modo da utilizzarla per dare un volto ad Amina. Dal blog ha chiesto scusa a tutti e svuotato il sacco.

Molti mezzi d'informazione avevano provato a contattare Amina e avevano notato che le risposte arrivavano da una zona geografica diversa dalla Siria e hanno cominciato la caccia a chi ci fosse veramente dietro. I due avevano l'intenzione di sensibilizzare l'opinione pubblica su quanto accade in quella regione ma molti attivisti hanno criticato aspramente ritenendo questo gesto irresponsabile.

D'altronde su Facebook il fenomeno dei fake sembra sia in continuo aumento e le identità fasulle sono sempre più difficile da scovare.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016