Excite

Amazon risponde ad Apple: App Store si può usare

Il successo dell'App Store ha diverse motivazioni ed è stato così forte da conquistare altre aziende.

Alcune ne hanno replicato il nome 'inventato' da Apple per il negozio di applicazioni e questo ha causato uno scontro: prima con Microsoft e poi con altri concorrenti come Amazon che l'ha usata nel suo negozio di applicazioni Android.

Apple ha cercato di registrare la parola 'App Store' nel 2008 ed ha fatto causa alle due aziende concorrenti: in queste ore Amazon ha risposto ufficialmente prendendo una posizione decisa e netta sulla faccenda.

Amazon ha chieso al giudice federale di San Francisco di rigettare la richiesta di Apple: nelle carte presentate dalla società di Jeff Bezos c'è una motivazione precisa ossia che il termine 'App Store' sia generico. Amazon ha sostenuto che ci sono già degli esempi concreti.

Ad esempio l'American Dialect Society ha dichiarato 'App' quale 'Parola dell'anno 2010'. Inoltre, lo stesso Steve Jobs in un discorso pubblicò dove commentava i risultati di Apple criticando le applicazioni di Android, usò il termine 'app store' proprio per definire in maniera generica le applicazioni del negozio di Android.

Delle argomentazioni simili sono state usate anche da Microsoft. La sfida dunque continuerà in tribunale e saranno i giudici a decidere chi avrà ragione. Amazon intanto continua a fare soldi: l'espansione è continua e le revenue sono salite del 38%.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016