Excite

Al MacWorld Apple presenta iTunes senza Drm

Poche novità sono state presentate da Apple nel corso del MacWorld di San Francisco che non ha visto, come invece tutti si attendevano, il varo dell'iPhone mini che per ora rimane solo un sogno.

A fare notizia è stata infatti soprattutto la mancanza di Steve Jobs al keynote di San Francisco ufficialmente per colpa di un virus ma secondo qualcuno per via di qualcosa di più grave, magari legato al tumore al pancreas che lo ha colpito qualche anno fa.

L'ultimo MacWorld a cui ha partecipato la Apple ha visto dunque come protagonista Philip Schiller cui è toccato l'ingrato compito di sostituire Jobs e di presentare davvero poche novità.

Nello specifico Apple ha presentato la nuova versione di iPhoto che integra la tecnologia di face detection e face recognition, la nuova versione di iLife e iMovie per l'editing audio-video; accanto a questi software, anche il web based iWork, che consente di condividere documenti online e di modificarli.

Sul fronte hardware si segnala invece la presentazione del nuovo MacBook Pro 17 pollici, il portatile "ecologico" con batteria che dura fino a otto ore e cinque anni, che integra un processore da 2,93 Ghz e 8 Gigabyte di Ram.

La vera novità, forse, è l'adeguamento dei prezzi di iTunes alle richieste del mercato: non più un solo prezzo per la singola traccia ma tre diversi costi per i vari brani, che da aprile potranno costare 0.69, 0.99 o 1.29 dollari.

E' stata infine annunciata la voglia di ampliare iTunes Plus, con i brani Drm free, encoding a 256 kbps, 8 milioni disponibili già da oggi, dieci milioni entro la fine dei prossimi tre mesi.

Schiller ha infine fatto sapere che a breve si potrà fruire di iTunes via iPhone non più solo tramite collegamento wi-fi ma anche via 3G.

Lo spot del MacBook Pro 17 pollici

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016